disegnando in ospedale

Oggi, giornata piena (perché di solito invece… -_- ).
Ho 2 nuovi progetti da iniziare che mi entusiasmano tantissimo!
Mi rende molto felice avere richieste di lavori, soprattutto perchè il fatto che le mie illustrazioni siano apprezzate significa davvero molto per me: in ogni disegno c’è un pezzo del mio cuore, voglio bene ad ogni immagine che rappresento, e il fatto che piacciano mi riempie di orgoglio!
20140211-185932.jpgMi sono messa subito al lavoro, le dead line sono vicine, ed io ho un sacco da fare!

Oggi sto disegnando in ospedale, assistendo mia nonna quasi novantunenne che, sotto morfina, vede fontane sul muro e ogni tanto mi chiama con il nome di una della sue sorelle, tutte più o meno ottantenni. Ora, capisco di avere una faccia un po’ sbattuta, ma non dimostrerò mica ottant’anni!

Comunque, armata di IPhone, iPad, colori, matite e fogli ho monopolizzato il tavolino della stanza, ricavandone il mio studio… Oh, c’è chi si porta da leggere in ospedale, io sono solo un po’ più ingombrante, e allora?

…c’è anche una bella luce!

Essere negativi non aiuta nessuno in alcune situazioni. Sorridere sì. Anche se si è tristi.

Ora scendo al bar dell’ospedale a farmi un cicchetto d’acqua, e cercherò di convincere la barista ad inserire il Nescafé nel “menù”.
A domani.
Angela

2 Comments

thelittlepots
Edit

Disegnare aiuta a non pensare…o a pensare meno 😉 Un abbraccio

angelavarani
Edit

😀 vero, grazie :*