appuntARTI la vita

Anche il traffico ha i suoi pro.
Per esempio, anni fa, quando cantavo in una band, in macchina imparavo le canzoni e facevo le pre-prove. Perché in fondo sono timida e non volevo farmi sentire dai vicini… lascia stare che poi cantavo su un palco con piume e paillettes di fronte ad un sacco di gente. Tra quella gente mica c’erano i miei vicini! 🙃

Oggi, in auto, nel traffico, mi capita di cantare ancora.
A squarciagola. 😑
Shameless.
Come se non ci fosse un domani.

Mentre i miei “compagni di coda” se la ridono o partecipano convinti alla jam dalle macchine a fianco. #BeiMomenti

Ma torniamo seri e soprattutto ad oggi. Oggi quanto sono in coda, mentre sgrano rosari, il più delle volte penso.
Penso a progetti, alle cose che ho in ballo a quelle che vorrei realizzare. Spesso registro note vocali per non dimenticarmi le idee che mi vengono. Se mi vengono. E per ora fortunatamente mi vengono.

A volte mi è capitato di accostare, tirare fuori la Moleskine e disegnare qualche bozza che non ero in grado di spiegare al microfono dell’iPhone. Perché spesso la condanna di chi disegna è di trovare prima i tratti delle parole, e di farsi capire meglio disegnando che parlando.

Anche se il “ti faccio un disegnino?” risulta sempre insultante all’interlocutore! E così invece di sembrare impediti sembriamo, talvolta, snob.

In questo periodo la carne al fuoco è davvero tanta. Sto ordinando tutto in liste.

Liste di progetti , liste di immagini, liste di impegni, scadenze, aspettative e priorità. Liste di liste di liste.

Ce la farò.

La determinazione non mi manca.

Non vedo l’ora di strutturare bene ogni voce, ogni punto per poterne parlare ad alta voce e condividere tutti i dettagli. E ovviamente lavorare a tutto!

Evviva.

A prestissimo.

Angela